Prossimamente

Profili Rivoluzionari

A cura di Giovanni Argan e Tiziano Tancredi 

Inaugurazione: domenica 13 ottobre – ore 17 e 30  Studio900 – via Gino Capponi 77 (Metro A/Furio Camillo) -Roma

Aperta fino a domenica 20 ottobre

Dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 18 e 30; sabato e domenica dalle 10 alle 18 e 30

La mostra prende le mosse dallo scritto “Profili rivoluzionari” (1923), nel quale Anatolij Lunačarskij (1875-1933), Commissario del Narkompros, delinea i profili biografici dei leader della Rivoluzione con cui aveva condiviso il percorso politico e la dedizione alla causa rivoluzionaria. Partendo dal duplice significato del temine “profilo”, che può essere utilizzato per indicare sia i contorni fisici di una persona sia i suoi tratti caratteriali, Leonardo Crudi ha realizzato diciotto opere su carta dedicate ad artisti e intellettuali della Rivoluzione (Vladimir Majakovskij, i Fratelli Stenberg, Lilja e Osip Brik, Aleksandr Rodčenko, Dziga Vertov e altri ancora) che maggiormente lo hanno influenzato nello sviluppo della sua poetica e nella creazione del proprio profilo artistico. Con questa mostra Leonardo Crudi vuole ricordare e rendere omaggio alle più importanti personalità artistiche dell’avanguardia culturale russa.

La mostra è inserita nella programmazione del Festival della Cultura Russa 2019 (Roma, 4 – 26 ottobre), organizzato dall’Istituto di Cultura e Lingua Russa di Roma.

In occasione del vernissage verrà inaugurato il nuovo spazio Studio900, atelier del Collettivo900, composto dagli artisti Leonardo Crudi ed Elia Novecento e dal curatore Giovanni Argan. Per “Profili rivoluzionari” Studio900 si avvale della collaborazione del curatore Tiziano Tancredi.

La mostra è patrocinata dall’Istituto di Cutura e Lingua Russa di Roma, dall’azienda ExpoRoma e dalla rivista L’Amletico.